Se l’unico riferimento riguardo i termini di utilizzo dell’opera a cui siamo interessati è “All rights reserved”, o il simbolo del copyright, vuol dire che sarà necessario chiedere all’autore il permesso di riutilizzare, modificare o distribuire ogni parte dell’opera stessa.

Tuttavia, l’autore potrebbe aver scritto o fatto riferimento ad una licenza di copyright a tutela della sua opera, e tale licenza ci spiegherà come poter utilizzare la sua opera in termini di riutilizzo, distribuzione e modifica.

È impossibile non menzionare le “Creative Commons”, una raccolta di licenze di copyright che consentono la distribuzione gratuita di opere protette da copyright. La maggior parte delle “risorse aperte” sono concesse in licenza Creative Commons, in quanto le loro licenze (e la possibilità di utilizzare contemporaneamente queste licenze per ottenere quella che più ci soddisfa) coprono la maggior parte delle restrizioni sul copyright per le opere che sono di pubblico dominio.

I diritti gestiti dalle licenze CC sono:

Attribution (BY)

È possibile copiare, distribuire, eseguire e realizzare opera derivate solo se si attribuisce credito all’autore originale.

Ottieni un libro di matematica sotto CC e decidi di aggiornare il capitolo sugli integrali con esempi migliori. Devi accreditare l’autore originale del libro.

Share-alike

(SA)

È possibile distribuire opere derivate solo con una licenza identica alla licenza dell’opera originale. Non è possibile rilasciarla con più restrizioni.

Il libro di matematica aggiornato deve avere la stessa licenza dell’originale (o di uno con le stesse restrizioni).

Non-commercial

(NC)

È possibile copiare, distribuire, visualizzare, eseguire e creare opere derivate, ma non puoi trarne profitto.

Non puoi vendere il nuovo libro di matematica, né addebitare a nessuno l’utilizzo, la distribuzione o la modifica.

No Derivative

(ND)

È possibile copiare, distribuire, visualizzare ed eseguire, ma non è possibile modificarlo.

Il libro di matematica dovrà mantenere i capitoli originali.

Dovremmo concedere in licenza i nostri contenuti con una licenza aperta?

Dipende da te e da quanto vuoi essere partecipe all’interno della comunità. Ci sono molte risorse educative aperte (OER) disponibili (come, ad esempio, i contenuti di questa guida), e devi tenere in conto qualcosa di molto importante: se condividi, puoi prendere, ma se tu non condividi non puoi prendere molto. E’ così che funzionano le licenze aperte da molto tempo.

Puoi valutare quale sia la licenza che più fa per te nella seguente tabella 1:

Che dire del “fair use”?

Fair use è la possibilità di utilizzare materiali sotto copyright per uno scopo limitato, come per commentare, criticare o parodiare. Per esempio, se prendiamo il paragrafo di un libro come citazione.

Ora, possiamo farlo?

Il Fair use è una dottrina consolidata negli Stati Uniti, ma non risulta in alcun quadro giuridico della Comunità Europea. Anche se, alcuni Stati membri hanno speciali eccezioni sul copyright che funzionano in modo simile al fair use, questo non è contemplato in Europa.

In altre parole, se la licenza dell’opera non ci consente di farlo, allora dobbiamo chiedere il permesso all’autore.

[1] Creative Commons: Can I combine material under different Creative Commons licenses in my work?: https://creativecommons.org/faq/#can-i-combine-material-under-different-creative-commons-licenses-in-my-work