Modifica di uno schema “master”

Attività 7: Illustra il problema: chiedi ad un volontario di creare una presentazione con un determinato disegno in cui un logo è presente in tutte le diapositive. Dopo aver creato diverse diapositive, chiedi allo studente di cambiare quel logo in tutte le diapositive e chiedi alla classe se sanno come è possibile risolvere più velocemente il problema.

Come per Google Docs, Google Slide consente di creare templates per le slide, in modo che, alla creazione di nuove diapositive venga applicato uno stile predefinito. In aggiunta, gli oggetti (immagini, testo ecc…) che vengono inseriti nelle slide, possono essere bloccati in modo da evitare spostamenti o cancellazioni accidentali durante la lavorazione del file.

Dobbiamo creare una presentazione. Per impostazione predefinita essa avrà: una diapositiva di copertina, diverse diapositive di contenuto e una diapositiva di chiusura. Le diapositive di contenuto saranno di due tipi: uno con le immagini a sinistra ed uno con le immagini a destra. Quindi, come possiamo automatizzare queste diapositive senza dover utilizzare la procedura rudimentale della duplicazione delle diapositive e il cambio del testo precedente? Usando delle slide master.

Lo schema consente all’autore di modificare il layout (stili e blocchi di contenuti) delle diapositive che useremo per la nostra presentazione. Una volta modificato (o creato) un layout, possiamo applicarlo alle slide che stiamo creando.

Per accedere al pannello di modifica dello schema master, dobbiamo selezionare Diapositiva -> Modifica Schema.

Figura 18: Accesso al pannello “Modifica schema”

Figure 19: Slide master editor

Nella barra laterale nera è possibile vedere alcuni schemi master preimpostati. Nella parte superiore del Widget centrale è possibile leggere il nome dello schema e il numero di diapositive che, al momento, utilizzano questo schema. Dal menu “Inserisci” è possibile inserire immagini, testi e risorse alla solita maniera. Una delle cose che puoi fare da questo pannello è inserire un segnaposto. Un segnaposto è una casella con bordi tratteggiati che consentirà all’autore di aggiungere contenuti specifici al layout. Ad esempio, immagina di creare un modello di presentazione per una conferenza a cui parteciperanno più relatori ed ognuno di essi utilizzerà lo stesso modello. Possiamo aggiungere un segnaposto nella diapositiva di copertina per l’oratore per aggiungere il proprio nome e il nome della propria organizzazione in una posizione prestabilita (ad esempio: sul lato o in un angolo).

Dopo aver modificato un layout, potrebbe essere necessario riapplicare il layout ad alcune diapositive. Per fare ciò fare click con il tasto destro sulla slide -> Applica layout -> Seleziona layout.